CERCA NEL BLOG

martedì 25 agosto 2020

Recensione: LUNA DI MIELE... NO, GRAZIE! di CHRISTINA LAUREN


Salve Readers, oggi Caterina ci parlerà dell'ultimo libro del duo di autrici che si cela sotto al nome di Christina Lauren. Una commedia romantica, ambientata negli splendidi mari tropicali. 
Andiamo a scoprire cosa ne pensa nella sua RECENSIONE.


TITOLO: LUNA DI MIELE... NO, GRAZIE

TITOLO ORIGINALE: THE UNHONEYMOONERS

AUTRICE: CHRISTINA LAUREN

EDITORE: LEGGEREDITORE

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

DATA D'USCITA: 13 AGOSTO 2020


AUTOCONCLUSIVO

Categoria: Rom Com - ironic - odio/amore
Narrazione: Prima Persona, POV Olive. Epilogo POV Ethan.
Finale: conclusivo
Per due acerrimi nemici, tutto può succedere durante il viaggio della vita alle Hawaii... Olive è sempre stata sfortunata: nella sua carriera, in amore, in... bé, in tutto. D'altra parte, Amy, sua sorella gemella, è probabilmente la persona più fortunata al mondo. L'incontro fortuito con il suo fidanzato sembra uscito da una commedia romantica (ugh) ed è addirittura riuscita a finanziare il loro matrimonio vincendo una serie di sfide online (doppio ugh). Ma la cosa peggiore è che sta forzando Olive a trascorrere quella "giornata indimenticabile" con il suo peggior nemico, Ethan, che, guarda caso, è il testimone. Olive deve quindi cercare di superare le prossime ventiquattro ore di inferno prima di poter tornare alla sua confortante e sfortunata vita. Ma quando tutti gli invitati - eccetto Olive e Ethan - hanno un'intossicazione alimentare, c'è in palio una luna di miele già pagata alle Hawaii. Mettendo da parte il loro odio reciproco per il bene di una vacanza gratuita, Olive e Ethan partono per quel paradiso, determinati a evitare l'un l'altro a tutti i costi. Ma quando Olive incontra il suo futuro capo, la piccola bugia che dice diventa molto più grande: sono lì in luna di miele e devono far finta di essere dei novelli sposi...
Inutile girarci intorno, questo romanzo non può sicuramente essere catalogato come uno dei miei libri preferiti delle Lauren, anche se non posso neanche definirlo il più odiato. Mi è capitato di adorare alcuni loro libri e di trovarne abbastanza mediocri altri. Questo lo collocherei nel mezzo.



Questa volta, la Lauren ci fa conoscere due gemelle, Olive e Ami, la prima abbastanza sfortunata e di conseguenza pessimista e l'altra da sempre molto fortunata e ottimista, Amy, tanto che sta organizzando il suo matrimonio interamente con le vincite di concorsi a premi. Anche se, col senno di poi, la scelta del buffet di pesce non è stata l'idea migliore, vista l'intossicazione alimentare che segue il rinfresco e che coinvolgerà tutti gli invitati tranne Olive, la sorella gemella della sposa e Ethan, il super figo fratello dello sposo che hanno optato invece per un più semplice piatto di pollo. 

'da che ho memoria i nostri ruoli erano già decisi: Ami è un’ottimista che cerca sempre il lato positivo; io tendo a pensare che il mondo stia per crollare. Quando avevamo tre anni mamma ci travestì da Orsetti del Cuore per Halloween: Ami era Fortunorso. Io Brontolorso.'

Quando l'ottimista Ami e il suo neo sposo si rendono conto di non potersi staccare dal bagno a causa della ciguatera che li ha colpiti, figuriamoci poi pensare di andare a Maui per la luna di miele, propongono ai loro fratelli di prendere il loro posto. Quindi saranno la pessimista nonchè sfigatissima sorella gemella Olive e la sua "Nemesi" Ethan a usufruire del fantastico viaggio. 

Devo ammettere che ci sono alcune battute esilaranti e dei dialoghi divertenti tra i due "nemici", d'altronde sono sempre le Lauren a scrivere, ma è comunque necessario leggere metà romanzo prima che succeda qualcosa di buono tra Olive ed Ethan. Nel frattempo, i lettori vengono nutriti con una dieta costante di finto odio e situazioni paradossali. Ora, io so di essere molto pignola ma il mio cervello proprio non ce la fa a non fare alcune considerazioni. E la prima cosa che mi spara in testa è: incontrare una persona che conosci da casa, quando sei a undici ore di volo su un'isola tropicale non è un po' strano? Ma mi mordo la lingua e vado avanti, d'altronde è una commedia romantica ma poi mi rendo conto che addirittura ne sbuca fuori un'altra?!?... ahimè, a questo punto, come dotati di vita propria i miei occhi cominciano a roteare. Ma nuovamente, mi faccio forte del fatto che sono le Lauren a scrivere e che questa è una commedia romantica, quindi si può concedere loro qualche attenuante in favore di qualche risata in più e proseguo sicura che mi stupiranno con effetti speciali. Purtroppo così non è, questi espedienti non bastano e gli effetti speciali non arriveranno mai. 

'l’unico pensiero coerente che mi viene è quanto siano sprecate delle sopracciglia come le sue sul tirapiedi di Satana' 

Ammetto senza problemi che il libro è a tratti divertente, ma forse avrebbe potuto esserlo ancora di più se non fosse stato raccontato tutto dal punto di vista di Olive tranne l'epilogo. Tanto più che le due autrici ci mettono di fronte a due protagonisti che dovrebbero essere uno la nemesi dell'altro. E allora, pensate quanto ne avrebbe guadagnato se ci avessero mostrato i pensieri di entrambi in prima persona. Secondo me, conoscendo la loro bravura saremmo morte dal ridere. Le autrici hanno deciso invece di farci conoscere solo i pensieri di Olive, mentre per quanto riguarda Ethan ci devono bastare le espressioni facciali e i dialoghi. Chissà perchè...

«Okay, ammetto che non sei più Satana, ma sicuramente sei uno dei suoi scagnozzi.»

Purtroppo questa trama da nemici a innamorati l'ho trovata debole. Il ritmo stesso è incoerente. Lento a progredire in alcuni punti, ma troppo veloce in altri. 

Era necessario uno sviluppo maggiore del plot e un maggior numero di azioni guidate dall'emozione, invece di utilizzare espedienti inverosimili perché le cose funzionassero. 

Quando Olive ed Ethan tornano a casa, dopo dieci giorni in paradiso, ci sono una serie di problemi con cui la protagonista femminile deve fare i conti: deve trovare una carriera per cui nutra un vero interesse, riallineare la sua visione della vita, capire e collocare il suo rapporto con l'amore, be' a mio avviso il tutto viene trattato in maniera superficiale e sbrigativa. 


Le autrici utilizzano molto come riempitivo e per far scattare la risata la grande famiglia allargata di Olive e Amy, le loro dinamiche familiari sono sicuramente divertenti e piacevoli, ma anche qui non riescono a creare momenti straordinari che colpiscano o forniscano un valore emotivo. 
E ancora, senza fare spoiler, il modo in cui Olive ed Ethan risolvono i loro problemi, non è assolutamente soddisfacente. Le azioni e le reazioni di Ethan sono povere. 
Insomma, per quanto mi riguarda non posso certo dire di aver sofferto per portare a termine la lettura, che risulta scorrevole e piacevole ma purtroppo anche carente in più punti. Quindi lascio a voi la decisione, io tornando indietro impiegherei il mio tempo con qualche altra lettura, ma se siete delle fan sfegatate del famoso duo non vi resta che buttarvi... male non vi farà...

Link d'acquisto Amazon
SERIE
Clicca sull'immagine per visualizzare il post d'anteprima





AUTOCONCLUSIVI
Clicca sull'immagine per visualizzare il post della RECENSIONE o della PRESENTAZIONE
  
 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...