CERCA NEL BLOG

mercoledì 3 giugno 2020

Recensione: IL CATTIVO di CELIA AARON


Salve readers, il romanzo è uscito solo ieri, è uno stand alone di genere Dark Romance, scritto da Celia Aaron ed edito dalla Grey Eagle Publications. Andiamo a scoprire cosa ne pensa Sabrina nella sua RECENSIONE.
Buona lettura!


TITOLO: IL CATTIVO

TITOLO ORIGINALE: THE BAD GUY

AUTORE: CELIA AARON

EDITORE: GREY EAGLE PUBLICATIONS

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

DATA DI USCITA: 2 GIUGNO 2020

AUTOCONLUSIVO

Categoria: Dark Romance - Erotico - 
Narrazione: prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo
Mi chiamo Sebastian Lindstrom, e sono il cattivo della storia.
Ho deciso di mettermi a nudo, di dire la verità per una volta nella mia ingannevole vita, non importa quanto possa essere oscura. E vi assicuro che è così oscura, che vi ritroverete a vagare per i recessi bui della mia mente, in cerca della maniglia della porta che non c’è.
Non scambiatela per una confessione. Non sono in cerca di perdono, e in ogni caso non lo accetterei. I miei peccati mi appartengono. Mi tengono compagnia. Si tratta della vera storia di come l’ho trovata, rapita e poi persa.
Era una dolce donzella e aveva già il suo principe azzurro. Ma ogni fiaba ha un cattivo, qualcuno appostato nell’ombra pronto a mandare tutto all’aria. Un mascalzone disposto a mettere il mondo a ferro e fuoco pur di ottenere ciò che vuole. Quello sono io.
Il cattivo della storia.
Torna Celia Aaron con un dark romance psicologico, l'oscurità di Sebastian si mescola all'ingenuità di Camille.Camille Briarlane è un'insegnante di biologia e scienze naturali in una scuola distante qualche ora da New York, conduce una vita abbastanza semplice con un ragazzo molto affettuoso che non vede l'ora di riportarla in città e soprattutto non vede l'ora di andare oltre quei gesti affettuosi nella loro fragile storia d'amore. Camille non è pronta, ha perso i genitori da poco tempo e Link le è stato molto vicino ma non riesce ad andare oltre, il suo unico e grande desiderio è di andare in Amazzonia a conoscere da vicino le piante rare e la natura selvaggia, magari proprio nelle imminenti vacanze invernali.
Durante una serata organizzata dalla ditta in cui lavora il fidanzato conosce il suo amministratore delegato e, complice un ballo, quegli occhi verdi e magnetici non lasciano tanto facilmente i suoi pensieri, sia diurni che notturni.

.'Il suo sorriso freddo nascondeva l’oscurità che sentivo emanare da lui, carezzandomi con terribili promesse.'
Sebastian Lindstrom è a capo, insieme al padre, di un'azienda di silvicoltura, bello ed elegante non riesce a togliere gli occhi di dosso da quella ragazza con i capelli lunghi castani e un vestitino corto che non riesce proprio a vestire con disinvoltura, la trova deliziosa, un tesoro tutto da scoprire. Ancora prima di chiederle di ballare aveva già deciso che sarebbe stata sua ma non solo fisicamente, soprattutto psicologicamente, avrebbe scoperto tutto su di lei, fino a rapirla, ad annientarla e a non lasciarla più andare.
E' sempre stato consapevole del suo essere borderline, psicopatico per l'esattezza, non un sentimento ad attraversare il suo cuore, completamente ricoperto di oscurità. In quella ragazza c'era tanto da prendere e forse quella scintilla che aveva visto quella sera, quel poco di oscuro che c'era in lei aveva margini di miglioramento. Lei era l'angelo predestinato per il demone che era in lui.

'Mi faceva sentire vivo, mi donava la vita. Volevo prendere ogni sensazione da lei, assaggiarle tutte fino a ingozzarmi di emozioni.'
La narrazione è un crescendo di eventi che catapultano Camille tra le grinfie di Sebastian in una tenuta lontana da New York e completamente immersa nel verde.
È incredibile e veramente disarmante l'adulazione e il rispetto che Sebastian porta alla sua dolce donzella, è un controsenso, può darle tutto tranne l'unica cosa che lei vuole: la libertà.
Camille in questa circostanza tira fuori il carattere che non ha mai avuto, lo graffia, lo sfida e nonostante sia incredibilmente tentata non cede alle sue esplicite avances.
Se lui vuole che dormano nudi insieme, lei si copre con un pigiama, la sua corazza, ma con i patti, quelli subdoli e a doppio fine Sebastian riesce a prendersi tutto di lei, i baci, le carezze proibite e quei preliminari interminabili che mi hanno mandata in combustione per praticamente tre quarti del libro.
Camille prova disgusto per il desiderio e il crescente sentimento che inizia a provare per Sebastian, come nella sindrome di Stoccolma, il suo carnefice diventa il suo principe, sempre meno oscuro e sempre meno cattivo.

'Poteva lottare finché voleva, ma il desiderio nel suo sguardo era ancora più vero del diniego che le usciva dalle labbra.'
Attraverso alcuni flashback conosciamo Sebastian quando da piccolo non riusciva a esprimere nessun tipo di emozione. 



Se per Sebastian ho provato una grande empatia non accusandolo mai ma cercando di capire i suoi gesti prima ancora delle sue parole, per il fidanzato di Camille, Link, terzo incomodo per non dire spina nel fianco, ho provato disgusto e una grande antipatia, ecco un chiaro esempio di codardo perbenista sotto le false sembianze di principe azzurro.
Questo, oltre ad essere un dark molto intenso è un romanzo incredibilmente seducente e molto accattivante. Letto in pochissime ore, lo consiglio vivamente alle amanti del genere.

Copia omaggio fornita da Grey Eagle Publications in cambio di una recensione onesta

Link d'acquisto Amazon


Clicca sull'immagine per leggere la trama su Amazon

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...