CERCA NEL BLOG

giovedì 25 giugno 2020

Recensione: LOVE CHALLENGE di VI KEELAND


Salve Readers, oggi Sabrina ci parlerà del nuovo attesissimo romanzo standalone dell'amatissima Vi Keeland.
Se vi piacciono i libri ironici ma allo stesso tempo intensi e coinvolgenti questo è il libro che fa per voi. 
Andiamo a scoprire qualcosa di più e a conoscere Annalise e Bennet.

TITOLO: LOVE CHALLENGE

TITOLO ORIGINALE: WE SHOULDN'T

AUTORE: VI KEELAND

EDITORE: SPERLING & KUPFER

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

DATA DI USCITA: 16 GIUGNO 2020

AUTOCONCLUSIVO

Categoria: New Adult - Office Romance 
Narrazione: prima persona doppio pov
Finale: conclusivo
Quando le loro agenzie pubblicitarie si fondono, i due direttori creativi, Bennett e Annalise, si trovano a competere per conquistare il posto di art director nella sede centrale di San Francisco ed evitare di essere spediti nel bistrattato ufficio di Dallas. Al loro primo incontro, Bennett scoprirà che la sua rivale non è prossima alla pensione, come gli aveva fatto credere un collega, bensì una trentenne mozzafiato dalla bionda chioma selvaggia. Annalise, dal canto suo, si troverà di fronte un giovane sexy e affascinante, che si dimostra fin da subito un arrogante narcisista. 
Tra loro si innesca così una lotta senza esclusione di colpi, che ben presto si trasforma in un’irresistibile attrazione. Dopo qualche tentennamento, i due cedono alla passione, stabilendo però che quella relazione sarà puramente fisica e con una data di scadenza: il trasferimento di uno di loro in Texas. 
Quando la sfida in ufficio sta per giungere al termine, tra Bennett e Annalise qualcosa è cambiato: riusciranno a scegliere l’amore e a mettere da parte ogni rivalità?

 
Vi Keeland torna in Italia con un Office romance di tutto rispetto, Bennett e Annalise vi faranno morir dal ridere prima per poi commuovervi ed emozionarvi.



Bennett ha la vittoria in tasca, il suo ruolo di direttore di marketing non può essere messo in discussione da una fusione societaria tra la ditta pubblicitaria dove lavora e una più piccola con una direttrice di marketing anziana e prossima alla pensione. I giochi dovrebbero essere fatti e lui dovrebbe essere inevitabilmente il direttore designato se non fosse che il collega burlone Jim gli ha teso una trappola e l'anziana non è altro che una ragazza molto avvenente che purtroppo lui conosce già e nulla potrebbe andare più storto.
Annalise sta arrivando in ritardo al suo primo giorno di lavoro nella nuova sede della sua azienda che è stata appena acquisita, un ufficio più grande nel centro di San Francisco ed è agitatissima, la giornata è iniziata nel peggiore dei modi rompendo un tergicristallo ad una macchina uguale alla sua e lasciando come ricordo al proprietario non un biglietto di scuse ma bensì una multa, la sua, d'altronde era l'unica auto in divieto senza multa, che razza di vigile poteva saltare un'unica macchina?
Quando incontra il nemico ne è affascinata, quegli occhi verdi e quell'altezza imponente potrebbero confonderla, ma lei dovrà giocarsi bene le sue carte per diventare l'unica direttrice di marketing, pena il trasferimento niente meno che nella lontana Dallas in Texas.
Purtroppo il suo diretto concorrente è anche il proprietario dell'auto danneggiata, quante probabilità c'erano? La solita sfortuna che si avventa su di lei, mannaggia.
Il libro è spassosissimo per la buona prima metà della narrazione, Bennett regala ad Anna un cappello da cowboy per ricordarle la sua prossima destinazione e la chiama Texas mentre Annalise appena uscita da una relazione durata otto anni senza un valido motivo, si ritrova proprio Bennett come stalker durante una cena riappacificatrice con l'ex, per farla rinsavire e per avvertirla sui dubbi secondi fini di quest'ultimo. La serata finirà tra risate e confidenze in un locale per scambisti soprannominato dal protagonista Cibo e occhiolini.
Bennett è geloso di Annalise e ci tiene a lei dimostrandoglielo nei modi più impensati, attirandola a sè con battute di dubbio gusto per poi allontanarla nel tentativo di sfuggire a quell'attrazione che è innegabile e che nella loro competizione lavorativa sarebbe deleteria. Lui non ha relazioni ma solo scappatelle, con assistenti di volo, vigilasse e anche con chi prende ordinazioni nel suo ristorante greco di fiducia, insomma un Don Giovanni che non ha nessuna intenzione di redimersi.
'Ero infastidito che avesse fatto irruzione nel mio ufficio, eppure sentii il battito iniziare ad accelerare. Mi succedeva solo in due occasioni: quando ero sul punto di venire alle mani, cosa che ero riuscito a evitare per almeno i dieci anni precedenti, o quando ero sul punto di affondare dentro una donna.'
È da un po' che non mi innamoravo di un protagonista maschile, la sua simpatia è alla base, poi c'è il suo dirty talking che ti intriga, per finire nei frammenti del suo passato, le cicatrici visibili e invisibili del suo cuore che te lo fanno amare in modo viscerale.
Nel suo presente c'è un ragazzino che lo fa essere un padrino responsabile e nel suo passato c'è Sophie che con il suo diario ritrovato ci fa capire perché Bennett non potrebbe mai innamorarsi e non potrebbe mai rivelare quel passato tanto scomodo quanto doloroso.




Annalise è sfortunata in amore, sessualmente inibita e le sue guance spesso arrossate ne delimitano le sue bugie ma anche il suo totale eccitamento per quell'impostore che sa come regalarle ogni piacere carnale fuori e dentro l'ufficio.
È piena di strane manie come quella di comunicare ad alta voce ogni manovra alla guida facendo impazzire il passeggero di turno e cedere ad una relazione a scadenza, puramente sessuale, con Bennett sarà la sua condanna.
Come dice la sua amica Madison ogni ragazzo ha una sindrome che riporta ad un personaggio Disney, Bennett ha sicuramente la sindrome della Bestia, ruggisce per difendersi ma ha in fondo il cuore del principe azzurro.
Vi si conferma una scrittrice talentuosa, dinamica e migliora con il tempo proprio come il vino. Leggerò sempre le sue storie e questa in particolare, non solo la consiglio ma vi dico di non farvela scappare.


Autoconclusivi
(clicca sull'immagine corrispondente per leggere la RECENSIONE)

  
  

Serie Standalone
(clicca sull'immagine per leggere IL RIEPILOGO DELLA SERIE o le RECENSIONI)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...