CERCA NEL BLOG

martedì 13 ottobre 2020

Recensione: L'UNICA DONNA PER ME "Jock Hard Series #2" di SARA NEY

 

Salve Readers, la RECENSIONE è in ANTEPRIMA il libro infatti è uscito proprio OGGI grazie a Newton Compton. E' il secondo volume della Jock Hard Series di Sara Ney. Andiamo subito a scoprire cosa ne pensa Sabrina.

TITOLO: L'UNICA DONNA PER ME

TITOLO ORIGINALE: JOCK RULE

SERIE: JOCK HARD #2

AUTORE: SARA NEY

EDITORE: NEWTON COMPTON

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

DATA DI USCITA: 15 OTTOBRE 2020

Jock Hard Series

0.5 Switch Hitter ♦ Amelia & Dante 
1. Solo tu nell'universo ♦ Scarlet & Rowdy ♦ RECENSIONE  
2. L'unica donna per me ♦ Kip & Theodora ♦ 
2.5 Switch Bidder ♦ Piper & Ryder  
3. L'unica donna per me ♦ Charlie & Jackson ♦ 

Categoria: Sport Romance - College 
Narrazione: prima persona, doppio pov
Finale: conclusivo

Kip Carmichael non è un ragazzo carino. È rude. Trasandato. Un gigante. Ha una chioma ribelle e una barba così folta che i compagni di squadra lo chiamano Sasquatch. La prima volta che Sasquatch nota Theodora “Teddy” Johnson a una festa al Jock Row, lei è da sola vicino al fusto della birra, abbandonata dalle sue “amiche” a caccia di atleti. Una settimana dopo l’altra, osserva la bella ma timida Teddy farsi mettere in ombra e passare inosservata. Alla fine, però, Sasquatch si fa strada tra la folla con le sue spalle larghe, e si offre di farle da fata madrina “pelosa”. Appena i loro occhi si incontrano, per lui è finita. Insegnarle le regole per conquistare un atleta è la parte facile. Non innamorarsi di lei è una partita già persa in partenza. 
Sara Ney ci riporta al Jock row, nelle case degli atleti del college e precisamente nella rugby house dove venerdì dopo venerdì una ragazza timida e inesperta si affiderà alle regole di un rugbista campione nell’arte del depistaggio più che in quella del seduttore, ecco a voi l’esilarante storia di un barbuto rugbista e di una studentessa ingenua ma molto divertente, Kip e Teddy.


Theodora Johnson detta Teddy è iscritta alla facoltà di ingegneria grazie a una borsa di studio, tutto è sacrificato nella sua vita che è sempre stata stentata e molto noiosa, divide una minuscola camera al campus con una pseudo amica d’infanzia che la sfrutta e si dimentica di lei quando si tratta di conquistare il ragazzo di turno alle feste del Jock row.
È il primo venerdì che passa alla rugby house, come sempre appartata in un angolo vicino a un fusto di birra, quasi senza trucco e insignificante deve aspettare il secondo venerdì per farsi avvicinare dalla versione reale di Bigfoot, un vero e proprio uomo di Neandertal che da quel momento le detterà le regole basilari per conquistare un ragazzo invadendo completamente la sua privacy.
‘Le mie proteste sono sempre più deboli, soprattutto perché si tratta di Teddy, e io la trovo assolutamente adorabile.’
Kip Carmichael soprannominato Sasquatch dai compagni è un vero e proprio energumeno per stazza e pelosità: capelli lunghi e selvaggi legati in alto con uno chignon e quella barba incolta fino al collo corredata da baffi che gli coprono completamente il labbro superiore, per non parlare degli scarponi e della camicia felpata da montanaro. Niente ragazze per lui che sta frequentando l’ultimo semestre prima di laurearsi in economia e raggiungere il padre miliardario nell’industria di famiglia. Quando sbuffando si accorge che quella ragazza vestita da educanda e presa in giro dall’amica arrivista è tornata alla rugby house, e per giunta per dispensare birre al posto del padrone di casa decide di intervenire con i suoi modi rozzi e maleducati stravolgendo la sua vita ma incurante di stravolgere anche la propria aprendosi a una frequentazione molto peccaminosa.
‘Kip è follia e divertimento, e forse potrei cominciare a usare un po’ di entrambi nella mia vita.’
Adoro Sara Ney dai tempi della douchebag series e secondo me lei è un portento nel racconto di sport romance veramente hot ma con una buona dose di ironia veramente intrigante.
«Tieni le mani a posto, a meno che tu non voglia coccolarmi». «Posso farlo. Vuoi essere il cucchiaio o il cucchiaino?» «Cucchiaino, grazie».
Cosa posso dire di questa coppia? I due opposti che si attraggono sarebbe riduttivo, lei è ingenua fino al midollo e nel racconto della sua inesistente sessualità farà ammattire il Thor dei giorni nostri che anche se ha chiuso con le relazioni si ritrova a bramarla nei momenti meno opportuni.
Lui è brutale nella sua sincerità ma tenero nel proteggerla e cercare di preservarla dagli idioti che girano per il College. La porta a casa sua che è un po’ un mausoleo perché nessuno sa della sua spudorata ricchezza e con lei riesce ad aprirsi in modi veramente inaspettati.
L’ironia che aleggia sempre tra i due protagonisti e il fuoco della passione che è un preliminare continuo mi hanno fatto divorare il libro in poche ore desiderando presto il prossimo e che dire delle regole che la madrina pelosa, così lui si auto definisce, cerca di far seguire alla cenerentola dei giorni nostri? Una risata dietro l’altra.
‘Quando scrive “consentite manifestazioni di affetto in pubblico, senza toccare le tette” mi mordo la lingua.’
C’è un non so che di dolce e di disarmante nell’innamoramento da parte di tutti e due, lui si riscopre così a suo agio vicino a lei e lei sempre più sicura di sé e sempre meno autolesionista e niente vi preparerà al momento in cui il rude montanaro diventerà un vero e proprio Dio greco.
Se avete voglia di ridere e di tornare ai tempi del college tra amori impossibili e paturnie adolescenziali questo libro fa al caso vostro.

Link d'acquisto Amazon
  
Clicca sull'immagine per leggere la RECENSIONE

Della stessa autrice:
(Clicca sull'immagine per vedere il post dell'anteprima)


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...