venerdì 15 novembre 2019

Recensione: SEI IL MIO INGANNO "Crash and Burn Series" di JAMIE McGUIRE


Salve readers, oggi parliamo di Jamie McGuire e del suo ultimo romanzo da poco pubblicato da Garzanti in Italia. Caterina che lo ha letto e recensito per noi ha qualche perplessità, andiamo a scoprirne i motivi...

TITOLO: SEI IL MIO INGANNO

TITOLO ORIGINALE: THE EDGE OF US

AUTORE: JAMIE McGUIRE

SERIE: CRASH AND BURN #2

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE

EDITORE: GARZANTI EDITORE

DATA D'USCITA: 7 NOVEMBRE 2019

Categoria: New Adult - Military Romance
Narrazione: prima persona pov alternati
Finale: Conclusivo

Crash and Burn series:
1. Sei il mio danno ♦ Darby & Trex ♦  RECENSIONE 
2. Sei il mio inganno ♦ Naomi & Zeke ♦ 
Non credevo di potermi innamorare ancora. Ma adesso che ti ho trovato, non ti lascerò andare.
Naomi non ricorda un tempo in cui la sua vita sia stata facile. Abituata a pretendere il massimo da sé stessa, combatte sempre per ciò in cui crede e non si arrende mai. Eppure, dopo l’ennesima battaglia persa, tutte le sue fragilità, prima dissimulate dietro una facciata da dura, hanno visto la luce. E ora un nuovo lavoro a Colorado Springs le sembra la soluzione migliore per curare il suo cuore spezzato. O almeno così crede, finché non incontra Zeke. Le basta fissare per un istante quegli occhi azzurri, limpidissimi, per intuire che lui non è come gli altri. C’è qualcosa, nei modi gentili con cui si avvicina a lei, che la lascia senza fiato. Naomi sceglie di aprire la porta all’amicizia di Zeke. Giorno dopo giorno, impara a fidarsi di lui. Della straordinaria capacità che ha di capire quello di cui ha bisogno. Riesce persino a lasciarsi andare e a raccontare a Zeke del suo passato. Solo allora si rende conto che tra loro c’è più di una semplice amicizia: Naomi si sta innamorando e non vuole opporsi. Anche se, questa volta, ci pensa una vecchia conoscenza a ostacolarla: si tratta di Peter, che spera di poterla riconquistare dopo anni di lontananza. Ma Naomi non ha intenzione di stare al gioco ed è pronta a tutto per non perdere la persona che ama.
Con oltre un milione di copie vendute solo in Italia e un successo che si ripete con ogni nuovo romanzo, Jamie McGuire è una delle autrici bestseller più amate degli ultimi anni. Lo conferma l’accoglienza ricevuta dalla sua nuova serie, inaugurata con Sei il mio danno, che, come la trilogia-fenomeno Uno splendido disastro, è subito balzata in vetta alle classifiche ed è già un caso editoriale in tutto il mondo. Sei il mio inganno è la storia di un amore profondo, quello tra Naomi e Zeke. Due cuori solitari e fragili che trovano il modo di difendere i propri sentimenti anche di fronte a coloro che vorrebbero separarli.


E' d'obbligo una premessa, ho un rapporto controverso con la McGuire, a volte la odio e a volte la amo. Questa volta sono combattuta e cercherò di spiegarvene i motivi.





Chi ha letto il libro precedente, ricorderà le vicende di Trex e Darby ma se non le dovesse ricordare, non deve preoccuparsi, e tra poco capirà il perchè. Nel primo volume avevamo vissuto una storia interessante e sentita con dei personaggi simpatici e coinvolgenti. Avevamo in quell'occasione incontrato quelli che saranno i protagonisti di questo nuovo romanzo, Naomi "Nomes" e Zeke. 
Naomi è un marine nonché la vedova di Marine. Dopo la morte di suo marito, si è unita alla sua vecchia unità guidata da Trex e li ha seguiti in tutte le loro missioni. Quello attuale è un incarico di massima sicurezza a Colorado Springs. L'amore per il suo defunto marito Matt ancora non è sbiadito, lei continua a sentirsi sposata e non è interessata a ritrovare l'amore, il suo cuore è stato seppellito insieme a suo marito Matt. Ma, non ha fatto i conti con ciò che il destino ha riservato per lei. Cioè Zeke. Un sexy pompiere della forestale. Il loro incontro è inaspettato e l'attrazione innegabile, senza neanche accorgersene si trovano a frequentarsi e a condividere i loro problemi e pian piano ad innamorarsi. Quando tutto sembra finalmente andare al suo posto e i due cominciano ad accettare e a vivere tranquillamente la loro storia, Zeke scopre di avere una grave patologia, questo manda all'aria tutti i suoi piani e lo fa andare in pezzi. Non merita Naomi e vuole lasciarla prima che sia lei ad allontanarsi da lui. 
Ad aggravare la situazione già abbastanza complessa c'è una persona del passato di Naomi che cerca in tutti i modi di separarli. Riusciranno Zeke e Naomi a stare insieme malgrado tutte le difficoltà?
La McGuire crea dei personaggi interessanti, fuori dal comune e dagli stereotipi ai quali siamo abituati. 
Naomi è una ragazza supercazzuta nata e vissuta in ambiente militare, il padre era a capo delle milizie dell'Arizona. Non ha bisogno di un uomo che la protegga, anzi in genere è lei a proteggere gli altri. Non poteva non piacermi questo personaggio, l'ho adorato fin da subito. La sua storia da sola è molto coinvolgente: la sua infanzia, il suo lutto, il suo vissuto è interessante. 
Zeke ha avuto una vita difficile è cresciuto in affido e ora la sua famiglia sono i ragazzi con i quali lavora e per i quali darebbe la vita. E' un bravissimo ragazzo, ma quel che ha passato durante l'infanzia prima di trovare la madre affidataria giusta lo ha profondamente segnato. E' attratto da Naomi sin dal primo incontro, ma il suo cruccio maggiore è di pensare di non essere abbastanza per lei. Malgrado ciò c'è qualcosa in quella donna forte che non gli permette di allontanarsi da lei.
In realtà la storia di Zeke e Naomi è molto bella, originale e ben scritta, ma - sì purtroppo c'è un ma - la McGuire riutilizza per l'ennesima volta quasi il medesimo lasso di tempo, gli avvenimenti sono gli stessi solo visti dal punto di vista di Zeke e Naomi anzichè da quello di Trex e Darby. Ma perchè?!?... Perchè.... 
Gran parte del libro quindi non è altro che una rivisitazione del primo attraverso la prospettiva di Naomi anziché quella di Trex... Ma si può?!?... Ma che noia. 
Seriamente, a un certo punto ho avuto l'impressione di esser incastrata in un limbo spazio-temporale che mi costringeva a rivivere sempre gli stessi avvenimenti. 
Poi, finalmente usciamo dal solito maledetto intervallo di tempo e tutto è diverso, divori il libro e finalmente i nuovi avvenimenti. Certo, sicuramente alcuni degli eventi che vivremo possono risultare un po' improbabili, ma d'altronde vediamo dei film che narrano vicende ancora più incredibili.
Un'altra cosa che mi chiedo è se la McGuire ci svelerà mai cosa succede esattamente all'interno dell'area Deep Echo? Continua a essere troppo vaga, io propendo più per l'idea che neanche lo abbia deciso... Per ora sappiamo solo che all'interno accadono cose terribili... Diciamo che nel mio immaginario potrebbe essere un'area 51 delle Cheyenne Mountain, ma sta a lei stupirci con effetti speciali.


Concludendo, questo libro sarebbe stata una piacevolissima lettura se l'autrice avesse cambiato gli intervalli temporali... Slittando magari la storia in avanti nel tempo. Questo avrebbe permesso a lei di perdere meno tempo a far corrispondere i vari avvenimenti nel primo e nel secondo libro e a noi di rivivere per l'ennesima volta gli avvenimenti stessi. Magari questo le avrebbe concesso più tempo per concentrarsi e sviluppare elementi nuovi e intriganti come l'area Deep Echo e quello che avviene al suo interno. Lo so, ammetto che è diventata una mia fissazione. 
Parliamo indubbiamente di un libro che si fa leggere, ma l'impressione che avrete durante quasi tutta la lettura è di leggere un romanzo già letto in passato. Peccato!

Link d'acquisto Amazon


Clicca sull'immagine per leggere la RECENSIONE corrispondente

2 commenti:

  1. sto leggendo anche io il libro anche se sono solo all'inizio e devo dire che a me non dispiace che si riparli delle cose già avvenute nel libro precedente. se non ricordo male è la stessa cosa per quasi tutti i suoi libri lo stesso arco narrativo è lo stesso anche per i gemelli maddox stesso posto stesso tempo. però devi dire che a me non dipiace. almeno non dimentico i personaggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì... Avevamo vissuto le stesse vicende anche con loro. Io purtroppo trovo pesante questa cosa e mi dispiace tantissimo perchè come ho detto i personaggi mi son davvero piaciuti. Spero fortemente sia un problema solo mio. Considera Cremy che io difficilmente rileggo libri già letti, anche se mi sono piaciuti da impazzire... Odio sapere quel che accadrà..

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...